Arciprete Necropoli romana

Lungo la strada che delimita a sud la parte agraria della Valle di Arciprete, lungo il percorso del circonfucense italico-romana alta, nel 1978 sono state ripulite e scavate due tombe a camera con volta a botte e muretto anteriore di raccordo (con steli-porta incorniciate da lesene laterali), violate dai clai destini agli inizi degli anni ‘70 del Novecento e databili alla fine del I secolo a.C. Vicino alla tomba camera 2 è stata scavata una tomba a fossa in muratura con una grande lastra modanata, di recupei utilizzata come copertura e con inumato all’intemo, databile come le vicine tombe a camera e ci corredo composto da tre balsamari fittili allungati e due strigilì in ferro inseriti nell’appostito anello

“ARCIPRETE-S. MANNO” Strada italico-romana di pianura.

Sotto il Monte Praticelle, sul versante ovest, è ancora visibile un tratto di strada italico-rom circonfucense testimoniata da sostruzìoni in opera poligonale visibili per una lunghezza di 360 mi Questo tratto è parte del percorso viario che collegava il santuario di Giove e Dioscuri con il vicus

lico-romano di Arciprete e costituiva l’itinerario sicuro della via circonfucense antica,

Commenti chiusi.